Non possiamo che darti ragione.

Tecniche esotiche, manuali per il "Ninja fai da te", scuole nate da dinastie improbabili, difesa "impersonale" e tanto altro ancora nascosto (neppure tanto bene) dietro il paravento dei misteriosi guerrieri dell'ombra!

Forse qualcuno dimentica di essere nel XXI secolo.

Il Ninjutsu non e' quello dei cartoni animati

Shuriken usati come dardi per vincere peluches nei luna parks, pipistrelli, tecniche infallibili, spade sguainate e volti coperti hanno ben poco a che vedere con il bagaglio tecnico e la preparazione psico-fisica di combattenti completi, strateghi ed esperti conoscitori di molteplici stili di combattimento ed Arti della guerra, come quelli associati ai templi Buddhisti in età medievale, nei quali militavano fianco a fianco sia laici che monaci ordinati,  recanti molte somiglianze con i "monaci guerrieri" degli ordini monastici europei come ad esempio i Cavalieri Teutonici.

l sōhei Benkei con Minamoto no Yoshitsune

Per fortuna oggi questi "santoni" sedicenti maestri detentori di verita' non comprovabili, trovano spazio come animatori in parchi per divertimento per gioventu' in eta' pre-scolare o come comparse in sagre di paese.

Oggi la capacita' di comunicare superando ogni confine, propria ormai quasi di tutti noi grazie alle moderne teconologie, conferma attimo dopo attimo che solo il sano confronto sportivo puo' essere considerato come l'indicatore veritiero della qualita' e della consistente effiacia di un programma d'allenamento rispetto ad un altro, senza vincoli geografici, storici, stilistici o culturali, ma legati solo a scienze evolutive, percorsi adattogeni e conoscenza di limiti individuali che ogni persona puo' provare a battere, edificando se stesso come parte di una specie in via di evoluzione:

E' proprio cosi': Il Ninja e' quell'individuo in grado di incarnare i cambiamenti e promuovere incessantemente la loro diffusione, quindi capace di trarre frutto delle diversità nel corso del tempo per gli scopi prefissati.


Sei in vena di shopping?